Contaminazione mineraria di criptovaluta


Bux Broker

Credici o no, le criptovalute hanno un lato oscuro come l'inquinamento. Sebbene il futuro del denaro sia considerato dagli esperti, perché qui ciò che supporta il suo valore sono catene di codici crittografati. Questi hanno anche degli svantaggi che vanno oltre la semplice instabilità di questa valuta digitale.

Uno dei punti negativi più eclatanti di queste criptovalute è il fatto che inquinano. Sì, come è ascoltare, le criptovalute sono una fonte di inquinamento davvero importante e facendo un buon danno. Qui ti diremo di più su questo argomento in modo che tu lo capisca perfettamente.

▶ Estrazione di criptovalute

Conosciuto come mining, questo è il nome dato al processo di produzione e convalida delle transazioni di queste criptovalute. Fondamentalmente Il mining consiste nel risolvere una serie di enigmi o problemi matematici che consentono il rilascio di criptovalute dalla Blockchain.

Le catene di algoritmi che compongono la Blockchain stanno diventando sempre più complesse, il che rende difficile il processo di estrazione o mining. Ciò significa che il consumo di risorse è sempre più elevato, sia per il Software, che per l'Hardware e per l'uomo.

Sebbene all'inizio fosse sufficiente avere dietro un minatore, un umano, oltre che un computer, la complessità dei problemi ha reso più robuste le risorse per risolverli. Ora È necessario disporre di attrezzature specializzate che di solito consistono in schede di elaborazione, CPU e programmi speciali.

Quindi per produrre o estrarre criptovalute oggi è necessario avere un gran numero di CPU, processori e schede in esecuzione contemporaneamente. Questo va di pari passo con diversi computer che sono incaricati di eseguire tutti i processi che rendono alto il costo di esercizio, almeno in energia elettrica.

mining

▶ Il livello di contaminazione del mining di criptovalute

Come ti abbiamo già detto, per risolvere gli enigmi che le criptovalute tengono all'interno della Blockchain è necessario disporre di una grande quantità di apparecchiature informatiche funzionanti. Questo si traduce in un elevato consumo energetico, senza aggiungere il necessario per raffreddare le apparecchiature e gli impianti.

Consumando energia elettrica direttamente dalla rete, questo fa sì che gli impianti debbano aumentare la loro produzione aumentando così l'uso di combustibili e l'inquinamento . Secondo uno studio Digiconomist nel 2018, il consumo di energia per il mining di Bitcoin ha raggiunto 73,12 TWh all'anno.

Il consumo di energia è così alto che supera la quantità di energia utilizzata da paesi come la Danimarca o la Bulgaria. Esatto, ci sono solo 38 paesi che consumano più energia di tutto il mining di Bitcoin all'anno.

Oltre a consumare energia per avviare apparecchiature informatiche, I minatori di criptovaluta consumano anche energia per altri usi. Ad esempio, l'apparecchiatura richiede l'aria condizionata a causa della grande quantità di calore che genera, nonché l'illuminazione per le strutture in cui è posizionata l'apparecchiatura.

▶ Perché inquinano così tanto?

Il consumo energetico delle criptovalute è molto elevato, tanto che molti di noi si chiedono perché succede questo? Prima di tutto, dovresti sapere che il processo di mining richiede che molti computer lavorino contemporaneamente , quindi in pratica ci sono miglia di computer che funzionano contemporaneamente.

D'altra parte, abbiamo che la mancanza di regolamenti è un altro punto da tenere in considerazione, poiché in paesi come l'India non esistono leggi sull'estrazione di criptovalute. Fondamentalmente ci sono centinaia e centinaia di fabbriche di criptovalute che consumano molta energia allo stesso tempo.

Un altro motivo di cui dobbiamo tenere conto è che qui non vengono utilizzate apparecchiature informatiche convenzionali. GPU, schede grafiche e processori consumano molta elettricità e generano anche molto calore. Ciò richiede l'installazione di turbine ad aria per raffreddarle e quindi consumare più energia.

Tieni inoltre presente che non solo è sufficiente accendere il computer e ora è coinvolto anche l'utilizzo di molte più risorse. Lo vediamo, ad esempio, con l'installazione di cablaggi, con l'acquisto di cancelleria, stoccaggio e altro, che aumenta l'impronta di carbonio.

▶ Criptovalute che consumano più energia

  • Bitcoin: Bitcoin è la criptovaluta che consuma più energia secondo gli esperti. I dati rivelano che in media il suo consumo è compreso tra 55,63 e 73,12 TWh all'anno. Questo perché la valuta digitale più famosa richiede attrezzature più potenti per estrarla.
  • Ethereum: La seconda criptovaluta più importante al mondo, è anche la seconda che consuma più energia. Secondo Xatakauna, questa criptovaluta solo negli Stati Uniti, consumato l'equivalente di 65 milioni di lavatrici in funzione contemporaneamente . Questo si traduce in tonnellate e tonnellate di carbonio nell'ambiente.

contaminazione

▶ Come ridurre l'inquinamento generato dall'estrazione mineraria?

Se stai pensando di aprire il tuo bitcoin o qualsiasi altro mining di criptovaluta, dovresti sapere che esistono tecniche specializzate per ridurre tutto il consumo di energia. Qui ti diremo 3 suggerimenti che ti aiuteranno in questo.

  • Ridurre il consumo energetico aggiuntivo: Come ti abbiamo già detto, molte criptovalute per funzionare necessitano di apparecchiature aggiuntive come illuminazione e refrigerazione. Se vuoi risparmiare energia puoi scommettere sull'utilizzo di lampadine a LED, ad esempio, oltre a flussi d'aria naturali per raffreddare gli ambienti.
  • Nuove generazioni di attrezzature: Un'altra opzione molto frequente per ridurre il consumo di energia è in scambia la tua vecchia attrezzatura informatica con computer più recenti. Ci sono nuove schede grafiche, processori, GPU, chip programmabili e che hanno un consumo energetico molto più efficiente per inquinare meno.
  • Leggi e risarcimento: Infine, Puoi cercare le leggi locali focalizzate sul risarcimento dei danni causati dall'inquinamento generato dalla tua attività mineraria. . Allo stesso modo, puoi pagare compensazioni per le emissioni di carbonio che vengono utilizzate per azioni mirate a invertire e combattere il cambiamento climatico.


Broker LegacyFX

Pubblicizza con noi

2 commenti in «Contaminazione mineraria di criptovaluta»

  1. Camila Oro risposta

    Ho un conoscente che investe, ma non voglio che mi rubino i soldi o mi ingannino. Mi potete aiutare? Benedizioni.

    • Brokerconsigliati.com risposta

      Ciao Camila Oro, grazie per aver commentato la contaminazione da mining di criptovalute. Questo broker è una truffa. Non mandare loro soldi, vogliono ottenere più soldi possibile con le bugie, le operazioni non sono reali, non mettono i soldi nel mercato, li fanno solo sembrare e alla fine ti dicono che hai perso e lo tengono.

      Se per prelevare i tuoi soldi ti chiedono di più per pagare tasse, tasse, legalizzazioni, ecc. Non farlo, è un chiaro segno che vogliono rubare i tuoi soldi e non restituiranno nulla anche se paghi. Se hai maggiori informazioni sull'azienda, ti chiediamo di condividerle con noi, soprattutto se si tratta di informazioni che ritieni possano aiutare altre persone investendo con questa azienda.

      Hai nomi di consulenti, numeri, email da cui ti hanno contattato? Ricordi come hai trovato questo broker in primo luogo?

      Per riavere i tuoi soldi, prova la nostra chat o questo link: RICHIEDI I TUOI SOLDI, NOI TI AIUTIAMO

      saluti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.