Cannabis: impara a investire




Pubblicizza con noi

Sebbene la cannabis, o marijuana, e i suoi derivati ​​sia illegale in molti paesi in quanto considerata una droga, sempre più governi hanno deciso di legalizzarla. Ciò ha portato non solo benefici medici, maggiore libertà di acquisto o impatti sui suoi trafficanti, ma ha anche generato una nuova industria.

Investire in Cannabis può essere molto redditizio se sai come farlo, dal momento che gli esempi di aziende che vendono milioni di dollari in erba sono moltissimi. Ecco perché abbiamo preparato per te questa guida per investire nella cannabis.

▶ Perché investire nella cannabis?

  • Regolamenti: Sempre più paesi hanno reso le loro normative sulla marijuana più permissive, questo ha reso il mercato sempre più accessibile. Questo è un ottimo motivo, dal momento che non dovrai affrontare ingombranti processi legali per investire in questo settore.
  • Applicazioni mediche: Il potenziale della Cannabis come mezzo per curare determinate malattie e condizioni è enorme. Ed è che ogni giorno vengono scoperte nuove applicazioni mediche per questa pianta, quindi il potenziale nell'industria farmaceutica è enorme, il che ne garantisce il valore.
  • Usi giocosi: Come forma di allenamento e ricreazione, La cannabis guadagnerà ogni giorno molta più popolarità tra gli utenti. Ecco perché, come investire in Netflix, investire in marijuana può darti molti vantaggi poiché più utenti iniziano a usarla per intrattenimento o svago.
  • Potenziale di mercato: Inoltre, dovresti sapere che la marijuana ha un grande potenziale di mercato perché può essere utilizzata in un gran numero di forme e prodotti. Oggi, oltre alla già nota forma di fumo, troviamo la marijuana nell'olio, negli unguenti, nelle pillole e persino negli alimenti.

canapa

▶ Prospettive economiche per la marijuana

Se osserviamo i dati, possiamo vedere come la cannabis sia diventata un business molto redditizio dopo essere stata legalizzata. Nel 2017, secondo i dati di varie organizzazioni, l'industria della marijuana ha superato i 10 miliardi di dollari di valore.

Inoltre, si stima che entro il 2020 si potrebbero fatturare fino a 47 miliardi di dollari, oltre a generare più di 340mila fonti di occupazione. Questo è solo nel mercato degli Stati Uniti, poiché l'Europa sta considerando di legalizzare la cannabis ai suoi confini.

▶ Modi per investire 

Esistono diversi meccanismi di cui possiamo trarre vantaggio per investire nella cannabis, poiché non tutto si limita a piantare la tua pianta e lavorarla. Qui ti diremo le modalità disponibili per investire in questa pianta senza la necessità di seminarla, tagliarla ed entrare in contatto con essa.

  1. Aziende di cannabis quotate in borsa

La prima opzione disponibile per investire nella cannabis è attraverso il mercato azionario. Per fare ciò, devi acquistare azioni di una società quotata in borsa e che si dedica alla produzione, vendita o lavorazione di questa erba.

Questa opzione, sebbene sicura, è anche difficile, poiché la maggior parte di queste società sono quotate esclusivamente alla Borsa di New York o alla Borsa canadese.. I broker che offrono l'accesso a questi scambi sono generalmente costosi, soprattutto per gli utenti in America Latina ed Europa.

  1. Fondo negoziato

Uno degli svantaggi dell'investimento nella cannabis è che può essere alquanto volatile. Questo è il motivo per cui molti esperti raccomandano di investire attraverso un fondo negoziato in borsa o ETF. Idealmente, fallo attraverso un fondo quotato che riunisce aziende dedicate alla coltivazione, produzione, lavorazione, distribuzione e vendita di cannabis.

Attualmente possiamo trovare diversi fondi negoziati in borsa che variano a seconda delle società che riuniscono. Gli Exchange Traded Fund più comuni sono ETFMG Alternative Harvest (MJ), Emerging Marijuana Growers Index ETF e Horizons Marijuana Life Sciences ETF. Il più grande è ETFMG, in quanto ha più di 1,100 miliardi di asset.

  1. CFD su indici

D'altra parte, puoi fare un investimento sui CFD, che può essere molto più facile, semplice e, soprattutto, accessibile. Ci sono molte opzioni, poiché i broker spesso offrono questo meccanismo ai loro investitori.

Il BITA Cannabis Stock Index è considerato uno dei migliori indici, poiché raggruppa 20 società legate alla marijuana. Possiamo anche trovare il BITA Global Cannabis Giants USCANNA che copre 64 aziende del segmento. Pertanto, possiamo trovare molti più indici su cui investire sui CFD.

▶ Broker per investire 

Se vuoi investire in marijuana, questi sono i migliori broker.

  • XTB: Questo broker ti offre un CFD montato sull'indice BITA Global Cannabis Giants USCANNA che raggruppa 64 società del settoreSia dagli Stati Uniti che dal Canada con una grande capitalizzazione e un buon valore.
  • Più 500: D'altra parte, abbiamo Plus500, un indice che raggruppa 20 aziende canadesi nel settore della cannabis quotate in borsa. La caratteristica principale di questo indice è che 4 delle società operano nel settore farmaceutico, il che gli dà un grande supporto.

È importante imparare a scegliere un broker, poiché ciò influenzerà le prestazioni dei tuoi investimenti, oltre a determinare quanto semplice possa essere il processo. Sebbene ci siano più opzioni, i due broker sopra menzionati sono l'opzione più scelta sia dagli investitori principianti che da quelli esperti.

la Cannabis

▶ Qual è il futuro della cannabis?

Indubbiamente, sempre più paesi approvano l'uso della marijuana sia a scopo terapeutico che ricreativo. Ecco perché sempre più aziende decideranno di entrare in questo mercato, sia nella produzione che nella vendita e distribuzione.

A breve vedremo davvero questo settore esplodere così i profitti e il valore del tuo investimento andranno alle stelle. La strada ha ancora tanta strada da fare, ma quale modo migliore di percorrerla quando è appena iniziata che alla fine, quando è già satura.

Pubblicizza con noi

Pubblicato in Blog

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *